Dermoscopia

 

In considerazione del drammatico incremento dell’insorgenza del melanoma (in Italia si registrano circa 7 casi per 100.000 abitanti per anno), la diagnosi precoce del melanoma rappresenta, da sempre, uno degli obiettivi primari del dermatologo. La dermoscopia (dermatoscopia, microscopia ad epiluminescenza) è una metodica diagnostica non invasiva che permette l’ osservazione in vivo delle lesioni pigmentate cutanee. Consente di effettuare la diagnosi differenziale tra le lesioni pigmentate melanocitarie e non melanocitarie, e, in particolar modo, tra le lesioni melanocitarie benigne (nevi) e maligne (melanoma). La tecnica consiste nell’apporre una goccia di olio, alcool o acqua sulla cute, in modo da rendere trasparente lo strato corneo e poter così osservare la distribuzione del pigmento nell’ epidermide e nel derma papillare. Per la dermoscopia si utilizzano strumenti come: il dermatoscopio manuale, il dermaphot, lo stereomicroscopio, il videodermatoscopio. Le immagini dermoscopiche digitalizzate possono essere facilmente archiviate e utilizzate per il successivo follow-up. La diagnosi dermoscopica si avvale di una serie di criteri, definiti globali e locali, che sono espressione di alterazioni istopatologiche ben precise (Analisi dei pattern globali e locali). L’ Analisi di pattern è fondamentale per il riconoscimento delle caratteristiche morfologiche delle lesioni pigmentate cutanee, e fornisce le basi per ulteriori studi.

E’ stato dimostrato che la dermoscopia è in grado di incrementare l’ accuratezza diagnostica nel riconoscimento del melanoma del 10-27% rispetto al semplice esame clinico e che tale miglioramento diagnostico può essere ottenuto solo se l’osservatore ha un buon livello di esperienza nella metodica. Per questo risulta fondamentale rivolgersi a centri specializzati come il nostro, essendo il prof. Chimenti uno dei primi fautori della metodica e oggi tra i maggiori esperti in campo internazionale.

Riferimenti bibliografici:

Argenziano G, Soyer HP et al. Interactive atlas of dermoscopy (Book and CD-ROM). Edra Medical Publishing and New Media. Milano, 2000.

Argenziano G, Soyer HP, Chimenti S, et al. Dermoscopy of pigmented skin lesions: results of a consensus meeting via the Internet. J Am Acad Dermatol 2003; 48:679-93.

S. Chimenti, G. Argenziano, A. Di Stefani, L. Andreassi, P. Carli, V. De Giorni, G. Ferrara, A. Ferrari, S. Gaspardini, G.L. Giovene, M. Lo muto, G. Mazzocchetti, G. Pellicani, R. Pellicano, K. Peris, D. Piccolo, M.A. Pizzichetta, P. Rubegni, M. Scalvenzi, S. Seidenari, S. Serresi, I. Stanganelli, B. Giannoti. Guidelines in dermoscopy. G Ital Dermatol Venereol 2005 Aug; 140:329-347.

Per ulteriori informazioni:info@nulldermatologica.it